Categories: News ed Eventi
Condividi questo articolo

Lunedì 16 luglio – il libretto del MOF

Lunedì 16 luglio
Saluzzo, Libreria Mondadori – ore 18.00

Aperitivo con Bach
a cura di Corrado Rollin

Johann Sebastian Bach è uno dei compositori più enigmatici e complessi della storia della musica e la sua figura verrà esaurientemente analizzata nella conferenza del prof. Alberto Basso di martedì 17 luglio al Centro di Ricerca e Documentazione dell’Istituto per i Beni Musicali in Piemonte, ma al di fuori dell’ambito strettamente musicale, dell’ambiente degli specialisti che lo studiano e lo eseguono, cosa ci resta di Bach? Le caratteristiche stesse del personaggio lo rendono in qualche modo sfuggente. I grandi scrittori lo hanno utilizzato nelle loro narrazioni molto meno di suoi colleghi ugualmente famosi presso il pubblico dei frequentatori delle sale da concerto. Perché i romanzieri hanno parlato tanto di Mozart, di Chopin, magari di Liszt e così poco di Bach? Anche i cineasti lo hanno “raccontato” pochissimo. In compenso le sue musiche sono state utilizzate in abbondanza e con scopi molto diversi nel cinema. Insomma, l’“uso” della musica, se non del personaggio, di Bach da parte di altri artisti può aiutarci a capirlo? Se non altro ci aiuterà a comprendere quanto sia cambiata nel corso dei secoli la percezione che il pubblico ha avuto della sua musica. Dall’oblio pressoché assoluto della seconda metà del Settecento al crescente e inarrestabile successo dal romanticismo in poi. Con largo uso di proiezioni e ascolti, in questo “Aperitivo” proveremo, senza alcun tono professorale, ad orientarci tra le suggestioni bachiane nelle varie arti, dalle più dotte accademie alle segreterie telefoniche…

Corrado ROLLIN
Torinese, si è sempre interessato ai rapporti fra musica e letteratura. Ha condotto vari cicli radiofonici per la RAI e ha tenuto conferenze e audizioni discografiche per il Teatro Regio. È membro del consiglio direttivo del Teatro Baretti, per il quale cura la maratona Mozart Nacht und Tag e la stagione di proiezioni operistiche B.O.H. – Baretti Opera House. Per l’Unione Musicale conduce le Interviste impossibili ai grandi scrittori sulla musica del loro tempo. È autore di conversazioni-concerto, commedie, saggi e pubblicazioni.

Lunedì 16 luglio
Revello, Cappella Marchionale – ore 21.00

Bist du bei mir
Claire Lefilliâtre soprano
Elena Bayeul-Gertsman clavicembalo

Il concerto ruota attorno ad una selezione di brani tratti dal “Piccolo libro di Anna Magdalena Bach”, conosciuto anche come il “Quaderno di Anna Magdalena Bach”. Si tratta di due quaderni compilati in periodi differenti, contenenti brani di vario genere destinati alla didattica e al diletto, che il compositore tedesco J.S. Bach diede in dono alla econda moglie Anna Magdalena, anch’ella musicista (cantante alla Corte del Principe di Anhalt-Köthen) e valido supporto al lavoro del marito al quale spesso organizzava la vita sociale e musicale di contorno, lo affiancava personalmente nell’insegnamento e spesso ne trascriveva le composizioni.
Il primo di questi quaderni è stato compilato a Köthen nel 1722, ma purtroppo di esso ce ne sono pervenuti solo 25 fogli mentre il resto è andato perduto; il secondo risale al 1725 ed è stato compilato a Lipsia. Nel primo libretto tutte le composizioni sono di J.S. Bach, mentre nel secondo, alle composizioni di J.S. Bach, sono affiancati brani di altri autori della stessa epoca, come Christian Petzold, François Couperin, il figlio Carl Philipp Emanuel Bach, Gottfried Heinrich Stölzel e Johann Adolf Hasse.
I brani del concerto sono tratti da quest’ultimo manoscritto.

ANDREAS HAMMERSCHMIDT (1611 – 1675)
– De profundis
– Anima mea liquefacta est

HEINRICH SCHÜTZ (1585 – 1672)
– Eile mich, Gott
– O süber, O freundlicher, O gütiger Herr Jesu Christe
– ich will den Herren loben allezeit.

JOHANN SEBASTIAN BACH (1685 – 1750)
Extraits du Petit livre d’Anna Magdalena Bach
– Präludium – Wohltemperiertes Klavier I – J.S. Bach- BWV 846 *
– Choral Schaff’s mit mir, Gott – Komponist unbekannt – BWV 514
– Choral Wer nur den lieben Gott lässt walten – J.S. Bach – BWV 691 *
– Choral Gib dich zufrieden und sei stille – J.S. Bach – BWV 510
– Aria – Goldberg-Variationen – J.S. Bach – BWV 988 *
– Aria So oft ich meine Tobackspfeife – BWV 515a
– Polonaise – J.A Hasse – BWV Anhang 130 *
– Aria di Giovannini Willst du dein Herz mir schenken – BWV 518
– Marche – Konponist unbekannt – BWV Anhang 127 *
– Menuet – Komponist unbekannt – BWV Anhang 121 *
– Aria Bist du bei mir – G.H. Stölzel – BWV 508
– Solo per il cembalo – C.Ph.E. Bach – BWV Anhang 129 *
– Aria Gedenke doch, mein Geist, zürücke – Komponist unbekannt – BWV 509
– Rondeau Les Bergeries – 6e Ordre de F. Couperin – BWV Anhang 183 *

JOHANN CHRISTIAN FRIEDRICH BACH (1732 – 1795)
– wenn ich, O Gott, von dir geführt
– Von Furcht dahingerissen
– Seht, welch ein Mensch

Claire LEFILLIÂTRE
L’esperienza nel repertorio barocco – in particolare nell’interpretazione della musica francese e italiana del XVII secolo – l’ha resa famosa portandola ad esibirsi in numerose tappe internazionali tra cui Opéra Comique, Opéra de Rouen, Opéra d’Avignon, Utrecht Oude Muziek Festival, Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, Palau de la Música (Barcellona), Accademia Santa Cecilia (Roma), Artecittà Palotája (Budapest), Bozar Festival (Bruxelles), Concertgebouw (Amsterdam), New York, Buenos Aires, Tokyo e Shanghai. Dal 1999 Claire è una dei principali componenti del gruppo Le Poème Harmonique, diretto da Vincent Dumestre. La partecipazione di Claire alle loro produzioni è stata costantemente lodata dalla stampa.

Elena BAYEUL – GERTSMAN
Elena studia musica fin dalla tenera età al Conservatorio di Dnepropetrovsk in Ucraina e poi all’Accademia Gnessins di Mosca dove consegue un master con lode. La sua passione per gli strumenti antichi e per il clavicembalo la porta poi all’Accademia di Musica di Praga dove studia con Giedrė Lukšaitė-Mrázková (clavicembalo) e Václav Luks (basso continuo) ottenendo il Diploma Superiore di Studi Musicali. Studia in Francia con Ilton Wjuniski al Conservatorio Claude Debussy a Parigi e vincendo vari premi. Prosegue i suoi studi presso il Conservatorio Nazionale di Parigi con Noëlle Spieth (clavicembalo), Frederic Michel (basso continuo) e ottiene il Diploma Superiore Studi Musicali nel 2007. Attualmente è docente di clavicembalo al Conservatorio di Chelles all’interno del distretto urbano Parigi-Valle della Marne.